Flora Frate (Azione): “Come al solito sulla scuola si consuma una guerra ideologica”

Flora Frate (Azione): “Come al solito sulla scuola si consuma una guerra ideologica”

“Come al solito sulla scuola si consuma una guerra ideologica. La stabilizzazione dei precari è una lecita posizione politica, non un complotto di furbi che vogliono raggirare il sistema. Il populismo produce una realtà parallela fatta di menzogne e tautologie. Ridurre tutta la discussione sulla dignità del lavoro, sulla concreta possibilità di iniziare l’anno scolastico senza cattedre vacanti, alla dicotomia “sanatoria si o sanatoria no” non è corretto.”
Così in una nota l’On. Flora Frate, parlamentare di Azione.
“Si parla – prosegue –  pur sempre di un concorso per titoli e con prova finale a giugno dell’anno prossimo, quindi non una sanatoria che letteralmente significa “assenza di concorsi”. E dunque – ribadisce – il dibattito deve concentrarsi unicamente su questo aspetto, nella consapevolezza che riconoscere i diritti dei lavoratori precari, fornendo eguali strumenti per concorrere e dando un futuro certo alle donne e a milioni di famiglie coinvolte, è l’unica soluzione possibile.”
“Le forze politiche – evidenzia – non possono continuare a gestire lo straordinario attraverso strumenti ordinari. Se vogliamo arginare lo tsunami sociale che di qui a breve si scatenerà, dobbiamo mettere in campo soluzioni coraggiose e di ampio respiro.”
“A questo punto però mi domando: chi la vuole realmente questa stabilizzazione? Mai come questa volta i numeri in parlamento ci sono”,conclude.