Luca Fantò (PSI): “Purtroppo in Italia esistono alcuni comparti dell’apparato statale che vengono facilmente fatti oggetto di un’attenzione troppo spesso non giustificata”

Luca Fantò (PSI): “Purtroppo in Italia esistono alcuni comparti dell’apparato statale che vengono facilmente fatti oggetto di un’attenzione troppo spesso non giustificata”

Anche il Presidente della Giunta regionale veneta si unisce al coro delle critiche ai docenti che ancora non si sarebbero vaccinati. E’ uno sport comune quello di prendersela con gli insegnanti…anche quando non ve ne sia reale ragione. Al 9 luglio 2021, il 99% del personale scolastico veneto era stato vaccinato o aveva preso l’appuntamento per vaccinarsi, più dell’87% aveva ricevuto la prima dose di vaccino o la monodose.

E’ quanto emerge dalla lettera inviata dal generale Figliuolo in data 7 luglio alle Regioni.

Viene quindi da chiedersi come mai si stia accendendo una polemica sulla necessità di vaccinare obbligatoriamente i docenti visto che, di fatto, a breve saranno praticamente tutti vaccinati. Dalle statistiche, l’1% dei 61000 docenti del Veneto (ma tra essi certamente alcuni si saranno prenotato negli scorsi 12 giorni) ammonterebbe ad appena 610 unità. Considerando che esistono categorie di persone a cui non è possibile somministrare il vaccino per motivi di salute, ecco che il conto si verrebbe a chiudere.

Purtroppo in Italia esistono alcuni comparti dell’apparato statale che vengono facilmente fatti oggetto di un’attenzione troppo spesso non giustificata.

I docenti ed il personale scolastico tutto, da sempre dimostrano il proprio senso di responsabilità e attaccamento al lavoro. Lo fanno lavorando molto più di quanto molti siano consapevoli e con retribuzioni e riconoscimenti sociali sempre più irrisori.

Viene dunque da domandarsi perchè ciò accada, a chi possa essere utile una tale polemica…

Così in una nota, Luca Fantò Referente nazionale PSI scuola, università e ricerca