Anief, obbligo vaccinale: “La petizione raggiunge oltre 80mila firme”

Anief, obbligo vaccinale: “La petizione raggiunge oltre 80mila firme”

Obbligo vaccinale, Anief lancia una petizione per invitare i parlamentari a cancellare la norma del decreto legge che estende il Green Pass al personale scolastico-universitario

Firma la petizione. Pronti i ricorsi perché giuridicamente il provvedimento non è sostenibile, peraltro in contrasto con le indicazioni comunitarie. Si va verso lo sciopero generale anche per l’assenza di soluzioni immediate per sdoppiare le classi nel ritorno della didattica in presenza in sicurezza e nella mancata predisposizione di un piano straordinario di reclutamento in base ai nuovo organici individuati.

L’approvazione del Decreto Legge sull’obbligo del Green Pass per il personale (docenti – amministrativi) della scuola e dell’Università nonché per gli studenti universitari non garantisce la ripresa delle lezioni in presenza in sicurezza, e viola la normativa comunitaria richiamata nella raccomandazione dell’assemblea del Consiglio d’Europa n. 2361/2021 contro l’obbligo vaccinale.

Per questa ragione Anief in collaborazione con Radamante ha deciso di avviare questa petizione rivolta ai parlamentari italiani perché cassino la norma in esame e per sollecitare insegnanti, ata, educatori della scuola, docenti, amministrativi, studenti dell’università a chiedere alla politica il rispetto delle norme sul distnaziamento sociale, la tutela della salute anche di chi non si vuole vaccinare ma ha diritto alla tutela della prorpoa salute, ha diritto al lavoro e all’istruzione in luoghi sicuri senza penalizzazioni o sanzioni.

Dopo la petizione saranno avviate le iniziative legali idonee per far riconoscere la violazione del diritto comunitario a seguito di formali diffide da parte di chi insieme a chi si è voluto vaccinare crede  vuole contribuire alla crescita di un Paese democratico.