Il Coordinamento Nazionale Precari Scuola é contro il Green pass imposto secondo queste modalità

Il Coordinamento Nazionale Precari Scuola é contro il Green pass imposto secondo queste modalità

“La scuola sta subendo un attacco con l’imposizione di uno strumento chiamato Green pass che nulla ha a che vedere con la questione classi in sicurezza e in presenza. Un vero e proprio ricatto che sta portando confusione e divisione tra gli stessi docenti alimentando una guerra tra vax e no vax creata specificamente per dividere, discriminare e confondere. L’anno scorso l’attenzione fu rivolta tutta ai banchi a rotelle, quest’anno verso il personale scolastico caricandolo di un obbligo che non c’è !

L’anno scolastico 2021 inizia nuovamente con le classi pollaio, personale non stabilizzato, mancato aumento dell’organico, problemi con il reclutamento del personale a causa della gestione superficiale delle graduatorie provinciali, campagne politiche sugli aeratori che ancora non si vedono, cosa più grave la mancanza di tracciamento sul personale e gli studenti per controllare eventuali focolari da COVID 19 ed impedire quarantene e dad. CNPS é contro il Green pass imposto secondo queste modalità ed è vicina a tutti i docenti che sono costretti a iniziare l’anno scolastico con incertezza e soprattuto con un’imposizione che viola definitivamente il diritto di scelta e di non discriminazione come previsto dalla Costituzione e dalla comunità europea”. Così in una nota, il Coordinamento Nazionale Precari Scuola.