Travaglio: “Riapertura scuole, tutto come un anno fa”

Travaglio: “Riapertura scuole, tutto come un anno fa”

Cari lettori ci è giunto in redazione questo video, si tratta dell’intervento di Marco Travaglio, durante  il programma Otto e mezzo in onda su LA7. Ecco l’intervento integrale:

“Ma quello che io non riesco a capire, la sottovalutazione del conformismo. Il conformismo significa dire, come ho sentito stasera, che la scuola è ripartita meravigliosamente bene mentre l’anno scorso non era neanche ripartita. L’anno scorso le scuole hanno aperto regolarmente come quest’anno. Sai quanti erano le nuove classi l’anno scorso sotto la famigerata Azzolina? Quarantamila (40.000) in più, trovate in sei mesi. Sai quante ne hanno trovate di nuovo e quest’anno? Zero. Tanto che sono spariti i docenti covid, ed hanno dovuto accorpare le classi e quindi ci sono più classi pollaio dell’anno scorso.  Sui trasporti, l’anno scorso abbiamo massacrato la De Micheli, io per primo perché ritengo che fosse ampiamente deficitaria, ma cosa dovremmo dire di questi fenomeni dei migliori che hanno avuto 7 sette mesi, oltre a quello che hanno avuto l’anno scorso gli altri e non è successo niente. Per cui non si può mettere il greenpass sul trasporto pubblico, sui bus, perché altrimenti la metà delle persone resta a terra. E siamo alla capienza 80% . Ed a scuola il CTS a causa degli errori di Bianchi, dell’inerzia di Bianchi ha dovuto dire,  distanza di 1 m la ove possibile. Cosa vuol dire la ove  è possibile? Come la casa delle libertà di Corrado Guzzanti. Tirano sempre fuori i banchi a rotelle, sono quattrocentomila su due milioni e mezzo, è sono stati ordinarti, non dall’Azzolina o da Arcuri, ma dai dirigenti scolastici. Quindi dovresti finalmente contestare i banchi  a rotelle a chi li ha ordinati. Cioè ai presidi ed i direttori d’istituto che li hanno chiesti”. (Rispondendo al direttore Alessandro Sallusti)

Ora chiediamo a voi lettori di scrivere le vostre considerazioni, sull’attività svolta dal Ministero dell’Istruzione, in merito alla riapertura delle scuole. Secondo voi è tutto come un anno fa?

Inviateci le vostre considerazioni a: redazione@lavocedellascuolalive.it