Autore: Massimiliano Bellavista

MASSIMILIANO BELLAVISTA è ingegnere, blogger (www.thenakedpitcher.com) e docente universitario all’università di Siena. CEO di Keirion consulting dal 2006. Vincitore di vari premi letterari, suoi racconti e poesie sono pubblicati su riviste e antologie. (Castelvecchi e Franco Angeli fra gli editori di riferimento). Scrive recensioni e rubriche settimanali di ambito letterario per alcune riviste letterarie e giornali (Sound 36, Toscanalibri, Direfarescrivere,  The Pitch tra gli altri). Lavora nell’Ufficio stampa di alcuni festival letterari nazionali. Anima a Siena la scuola di scrittura Recensio, pensata per gli studenti delle scuole superiori (con cui contribuisce tuttora a formare sui temi della retorica, dello stile e dei processi argomentativi migliaia di giovani ogni anno), e cura a Bologna Barzhaz, scuola di lettura e scrittura per autori emergenti. Le sue opere di narrativa, poesia e management sono pubblicate in italiano e in inglese (in uscita i racconti nel 2021 in versione inglese, russa e spagnola). Nel 2020 sono usciti per Controluna 'La poesia è morta e altro versi' e per Castelvecchi 'Punto triplo e altri racconti', nel 2021 ‘Per amore e per arte’ (Betti Editore).

Il festival dell’italiano (Siena, 14-16 ottobre 2021)

Ottobre 9, 2021 0

Visioni. Retrospettive, scenari, nuovi linguaggi  Il 14 ottobre riaprirà i battenti a Siena il Festival dell’italiano, con l’edizione saltata lo scorso anno a causa della pandemia. Una tre giorni di incontri, approfondimenti e confronti sull’italiano e i vari linguaggi di oggi, fra passato, presente e futuro, parte di un progetto più generale promosso dall’associazione La…

Di Massimiliano Bellavista

La Parola che non muore e le parole non comprese, figlie di un dio minore. L’affidamento

Ottobre 5, 2021 0

LA PAROLA CHE NON MUORE Tre giorni di incontri a Bagnoregio e Montefiascone (1°-3 ottobre) VIa edizione Dante, la memoria, la scuola, la malattia LA PAROLA CHE NON MUORE E LE PAROLE NON COMPRESE, FIGLIE DI UN DIO MINORE. L’AFFIDAMENTO Siamo partiti con un affidamento temporaneo che doveva durare massimo 18 mesi e siamo arrivati…

Di Massimiliano Bellavista